Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

DIPLOMAZIA ECONOMICA E STRUMENTI DI INFORMAZIONE PER LE IMPRESE: NASCE LA PIATTAFORMA INTEGRATA INFOMERCATIESTERI E OSSERVATORIO ECONOMICO

Fecha :

06/01/2021


DIPLOMAZIA ECONOMICA E STRUMENTI DI INFORMAZIONE PER LE IMPRESE: NASCE LA PIATTAFORMA INTEGRATA INFOMERCATIESTERI E OSSERVATORIO ECONOMICO

L'attivazione di strumenti informativi sempre piu' efficaci e in linea con le esigenze delle imprese risponde ad uno degli impegni sanciti dal Patto per l'Export che ha attribuito un rilievo prioritario al tema della formazione/informazione, quale componente strategica per l'azione di rilancio del Made in Italy.


Dalla firma del Patto, la Direzione Generale del Sistema Paese del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale ha profuso massimo impegno nella realizzazione di iniziative e progetti che rispondessero a tali indicazioni, a partire dalla realizzazione dell'e-book "Export, una guida per partire: strumenti e servizi pubblici a portata di PMI" dedicato alle PMI, fino alla creazione di un vero e proprio portale di accesso unico ai servizi per l'export, www.Export.Gov.it che riunisce in un unica piattaforma tutti gli strumenti, i servizi e gli incentivi pubblici di sostegno all'export e all'internazionalizzazione.

Entrambi i progetti sono in continua evoluzione: Export.Gov.it, è stato arricchito di funzionalita' innovative quali, ad esempio, la realizzazione di una mappa interattiva navigabile (Office Locator) che consente all'utente di entrare in contatto con tutte le strutture pubbliche italiane presenti nei diversi mercati esteri (Ambasciate, Consolati, Uffici ICE, Sace, Camere di Commercio). La novita' piu' rilevante riguarda l'attivazione di una "chatbot" che, tramite l'utilizzo di sistemi di intelligenza artificiale, e' in grado di fornire una risposta personalizzata all'utente (sulla base delle ricerche effettuate sul sito) e di un presidio operativo "in presenza" in alcune fasce orarie per assicurare un'assistenza ancora piu' puntuale a tutte le richieste che necessitano approfondimenti.
Con siffatta evoluzione viene dunque ulteriormente ampliato il quadro degli strumenti pubblici informativi, grazie peraltro anche all'integrazione nel portale dei servizi offerti a livello nazionale dalle Camere di Commercio italiane.

Tra le iniziative realizzate "in house" dalla Farnesina, riconducibili a pieno titolo al pilastro Formazione/Informazione del Patto per l'Export, si inquadra anche la recente realizzazione di un significativo aggiornamento della piattaforma infoMercatiEsteri (www.infomercatiesteri.it), un sito pienamente accessibile e navigabile agevolmente da tutti i dispositivi mobili.
Oltre a rinnovare la veste grafica, infoMercatiEsteri ha raddoppiato la portata informativa grazie all'integrazione con gli approfondimenti e le analisi statistiche realizzate dall'Osservatorio Economico sul Commercio Estero del MAECI.

Si tratta di una produzione di elaborazioni statistiche e schede di approfondimento sul commercio estero dell'Italia di tutto rilievo (precedentemente ospitate nella sezione Commercio Internazionale del sito della Farnesina), che si e' ritenuto di valorizzare opportunamente attraverso la creazione di uno spazio ad hoc all'interno di infoMercatiEsteri.

Per quanto concerne l'area della piattaforma destinata all'Osservatorio Economico, i contenuti sono stati organizzati in due macro-aree: una dedicata ad ospitare tutte le schede di sintesi sui paesi e sulle aree geografiche e la Sezione Italia che raccoglie le analisi e i materiali sull'andamento del commercio estero dell'Italia - a livello nazionale e regionale - oltre alle note di commento ai dati diffusi mensilmente dall'ISTAT e ad alcuni approfondimenti settoriali che fotografano la performance italiana in circa 35 categorie merceologiche.

In linea generale, la scelta di combinare in un'unica piattaforma i dati di IME con quelli dell'Osservatorio Economico, e' stata dettata dalla necessita' di produrre un miglioramento complessivo sulla qualita' del servizio informativo - sia in termini di contenuti che di fruibilita' - massimizzando l'efficacia comunicativa e informativa di uno degli strumenti che negli anni si e' affermato come una porta di accesso all'informazione sui paesi sempre piu' diffusa e utilizzata dalle aziende con una media (in crescita) di oltre 1 milione di pagine visualizzate nell'ultimo triennio.


524