Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

ULTIMA NOTIZIA : EMERGENZA COVID-19

Data:

26/03/2020


ULTIMA NOTIZIA : EMERGENZA COVID-19

ULTIMO AGGIORNAMENTO (28 MARZO ORE 17:30)

 

Si trascrivono di seguito le indicazioni operative per il volo di lunedì 30 marzo diretto a Milano.

Si tratta, infatti, di una
infrastruttura militare il cui accesso è riservato unicamente a bordo di mezzi
previamente autorizzati. Chi dovesse provare a entrare a piedi o con mezzo
proprio nell’aeroporto rischia di essere fermato compromettendo la sua
possibilità di successivo imbarco.

Ad eccezione di coloro che,
proveniendo dalla provincia, si trovano presso l’Hotel Holiday Inn del Callao,
tutti gli altri dovranno presentarsi alle ore 6:00 AM di lunedì 30 marzo 2020 presso
quest’Ambasciata (Calle Giuseppe Garibaldi 298, ex Gregorio Escobedo, distretto
di Jesus Maria- Lima) con i propri effetti personali, bagagli e documenti
(passaporto in corso di validità). In Ambasciata e all’Hotel vi sarà consegnata
un’auto-dichiarazione per gli spostamenti in Italia da compilare, firmare,
datare e conservare fino alla destinazione finale. All’imbarco, la line aerea
vi consegnerà una seconda auto-dichiarazione, in materia sanitaria, che pure
dovrete compilare, firmare, datare e consegnare alla stessa compagnia prima
dell’imbarco. Entrambe sono obbligatorie.

I passeggeri che, invece, sono
alloggiati presso l’Hotel Holiday Inn dovranno farsi trovare pronti nella hall alle
ore 6:30 AM. Funzionari dell’Ambasciata saranno presenti presso l’Hotel per effettuare
le necessarie verifiche e per farli salire sui bus per l’Aeroporto.

Dato lo stato di emergenza
sanitaria in Perù e in Italia, tutti i passeggeri saranno sottoposti in
Ambasciata e all’Hotel a un preliminare controllo della temperatura, volto ad
evitare che coloro che presentano sintomi influenzali affrontino il viaggio.
Faccio un appello al senso di responsabilità per la salute di tutti.

Sia presso la sede
nell’Ambasciata che presso l’Hotel i nostri funzionari consegneremo ad ogni
passeggero mascherine, guanti e una bottiglietta di acqua per il percorso fino
all’aeroporto.

Per eventuali chiarimenti continuano
ad essere operativi 24 ore al giorno ai due numeri di emergenza istituiti a tal
fine (0051-997232073 e 0051-967102036).

 

 

AGGIORNAMENTO (26 MARZO ORE 17:00)

 

Cari Connazionali,

è un piacere comunicarVi che il prossimo lunedì 30 marzo alle ore 11:00 partirà dall’aeroporoto militare di Lima un volo straordinario della compagnia Neos con destinazione a Milano. A breve sarà possibile prenotarsi e acquistare i biglietti direttamente sul sito sul sito della società: www.neosair.it .

Si ricorda che il volo, in base alle disposizioni delle autorità peruviane, è riservato ai soli cittadini italiani e dell’Unione Europea temporaneamente presenti in Perù e in possesso di un passaporto in corso di validità timbrato all’ingresso con categoria “turismo”. Le Autorità peruviane non consentiranno l’imbarco di passeggeri che non rientrano nella precedente categoria a causa delle disposizioni dello stato di emergenza, salvo limitate eccezioni umanitarie di particolare gravità.

 

AGGIORNAMENTO (23 MARZO ORE 16:00)

A seguito di molti sforzi, questa Ambasciata, in stretto coordinamento con l’Unità di Crisi della Farnesina, sta in queste ore chiedendo le necessarie autorizzazioni per un ponte aereo straordinario che possa riportare in Italia i cittadini che si trovano temporaneamente bloccati in Perù a causa della crisi Covid-19 e desiderano fare rientro nel nostro Paese.

Si tratterà di un collegamento operato da una società privata che metterà a disposizione uno/due voli diretti a Milano. I velivoli arriveranno vuoti e caricheranno i viaggiatori all’aeroporto militare di Lima (modalità c.d. ferry).

Abbiamo ottenuto che la compagnia riduca al minimo possibile il prezzo dei biglietti per coprire solo i costi vivi. Come prima previsione, i biglietti di rientro costeranno indicativamente fra i 700 e gli 800 Euro, salvo possibili ulteriori riduzioni su cui pure stiamo lavorando e su cui ci riserviamo, in caso, opportune eventuali comunicazioni. Come noto, ormai tutte le linee aeree commerciali hanno sospeso i voli da e per l’Europe e sono consentiti solo voli in via eccezionale.

In attesa delle autorizzazioni peruviane, che potrebbero chiedere qualche giorno vista la complessità della situazione, vi chiediamo di manifestare l’interesse per questo/i volo/i rispondendo unicamente “SI” alla emali che vi è stata inviata oppure, in caso per problemi tecnici l'email non sia arrivata, indicando le vostre generalità e la disponibilità a imbarcarsi all'indirizzo ambasciata.lima@esteri.it.   

Nei prossimi giorni faciliteremo, d’intesa con la Polizia Nazionale Peruviana, l’arrivo nella Capitale di chi di voi si trova fuori da Lima e desidera essere imbarcato. Anche su questo assicuriamo prossimamente ulteriori informazioni.

Infine, dal momento che si sono registrate presso questa Ambasciata diverse centinaia di persone ma che potrebbero esserci ancora Italiani che non sono entrati in contatto con l’Ambasciata, vi chiediamo gentilmente di condividere questa informazione a beneficio di chi potrebbe averne bisogno.

 

 

AGGIORNAMENTO (20 MARZO ORE 16:00)

 

Si informano i connazionali che:

1.  un volo Iberia opererà questa domenica 22 marzo con partenza alle 13,00 dall’aeroporto di Lima e arrivo a Madrid alle 6,30 di lunedì 23 marzo. Iberia non garantisce collegamenti immediati per passeggeri diretti a pesi terzi. Il volo e’ aperto a coloro che
siano titolari di un biglietto Iberia, e se dovessero esserci posti vacanti questi saranno messi alla vendita.

E’ importante comunicare immediatamente il proprio interesse a viaggiare segnalando il numero di biglietto originario (non il codice di prenotazione) per facilitare l’operatore nella conferma del posto.

I contati di Iberia sono

mail:

ecopa@iberia.es

jlarroyos@iberia.es

telefoni:

+51
998 703 863

+51
995 459 771

In ogni caso comunicate anche a noi il numero di biglietto così da aiutarvi nei contatti con Iberia.

Si prega di informare tempestivamente questa Ambasciata circa le proprie intenzioni.

 

2. Il Ministero della Salute Peruviano ha messo a disposizione della collettività un portale in cui è possibile ricercare i farmaci di cui si abbia eventualmente bisogno e la loro reperibilità nei centri di distribuzione sparsi sul territorio. Ecco il link:  http://observatorio.digemid.minsa.gob.pe/

 

***

AGGIORNAMENTO (19 MARZO ORE 16:00)

Si informano i connazionali che: 

 

1. dopo un intenso negoziato portato avanti da questa Ambasciata insieme alle omologhe Rappresentanze dei Paesi membri dell'Unione Europea, le linee aeree Avianca stanno abilitando dei voli commerciali straordinari per raggiungere l’Europa e altri Paesi dell’America Latina. Le destinazioni in Europa sono al momento Londra e Monaco di Baviera.

Si tratta di una prima soluzione emergenziale per coloro che hanno urgenza di rientrare e possibilità di acquistare un nuovo biglietto. Si tratta infatti di voli speciali predisposti appositamente da una società privata.

Di seguito il link di Avianca per chi desiderasse procedere a una prenotazione https://forms.office.com/Pages/ResponsePage.aspx?id=Pt2topeDeUW6MHo4gD_Dv4mrqtZe_DVNm8vVgpDQ9OlUN1I4UFhEOFhQR1VNWjJYQzJBRkYyTFdOSyQlQCN0PWcu

 

2. La società KLM / Airfrance sta programmando tre ulteriori voli, oltre a quello di venerdì 20 marzo p.v. e già pieno, la prossima settimana nei giorni di martedì 24, giovedì 26, sabato 28 marzo. Come già comunicato, la precedenza sara' data, dalla compagnia, a coloro gia' in possesso di un biglietto di ritorno con Air France o KLM, che non dovranno ripagare il viaggio. Eventuali posti liberi saranno messi in vendita dalla compagnia aerea. Si raccomanda a chiunque sia interessato a questo volo a scrivere all'indirizzo  soportedeventasperu@klm.com.

 

3. Il Ministero del Turismo peruviano ha messo a disposizione una lista di strutture alberghiere considerate sicure dove i turisti potranno soggirnare per il periodo della quarantena nazionale. Si tratta di un file Excel con più fogli, uno per regione, allegato alla presente comunicazione.  

 

Per chi avrà bisogno di raggiungere Lima dalle provincie l’Ambasciata provvederà a richiedere alle Autorità peruviane di polizia apposito salvacondotto.

 

***

 

AGGIORNAMENTO  (18 MARZO ORE 14.00)

Si segnala che a mezzogiorno del 18 marzo il Presidente della Repubblica Vizcarra ha annunciato l’istituzione della misura del coprifuoco nell’arco temporale 20,00-05,00 in tutto il Paese. La decisione, ha sottolineato il Capo dello Stato, è stata presa perché una limitata parte della popolazione continua a non ottemperare le regole per l’autoisolamento imposte con i precedenti decreti con cui si è dichiarata l’emergenza sanitaria. Il Capo dello Sato ha segnalato che è stato pure disposto il blocco della circolazione delle autovetture private in tutto il paese a partir dalle 05,00 di domani giovedì 19 marzo. Dalle 5,00 del 19 marzo dunque circoleranno soltanto i mezzi pubblici e gli autoveicoli debitamente autorizzati. Questa Ambasciata continua a fornire ogni opportuna assistenza ai connazionali presenti nel paese, in particolare aggiornando continuamente la lista dei turisti italiani che intendono far rientro nel nostro Paese nell’auspicato caso della istituzione di voli di rimpatrio verso l’Europa. Si fa riserva di ulteriori informazioni appena possibile sugli sviluppi della situazione.

 

AGGIORNAMENTO (17 marzo 2020 ORE 9:00)

Si segnala che proseguono gli sforzi della Ambasciata d’Italia e delle Rappresentanze diplomatiche dei Paesi europei qui presenti al fine di organizzare, sulla base di intese con queste autorità e con le singole linee aeree, voli di rimpatrio per i turisti italiani ed europei rimasti in Peru. Grazie alla approvazione di un apposito decreto d’urgenza nella tarda serata di ieri 15 marzo, il governo peruviano ha fornito la cornice giuridica per poter far operare tali voli.

Preme segnalare che se concretizzata, tale possibilità di rimpatrio si applicherà solo a turisti europei/italiani in possesso di un biglietto aereo di ritorno per l’Europa nella finestra temporale 16 marzo-16 aprile prossimo. I cittadini peruviani anche se residenti in paesi Europei/Italia non potrebbero applicare a tale tipo di voli che si ripete, sarebbero destinati solo al rimpatrio di turisti stranieri (europei/italiani o altro ma non cittadini peruviani).

Si invitano pertanto tutti i turisti italiani in possesso dei requisiti sopra indicati (entrati in Peru’ come turisti e con biglietto di rientro in Europa nella finestra 16 marzo-.16 aprile) a segnalare quanto prima possibile i propri dati all'Ambasciata d'Italia alla mail ambasciata.lima@esteri.it . Tali dati devono consistere in:

nome / cognome(i) / Nº Passaporte / eventuali altre cittadinanze / data nascita / Línea aérea / Nº volo / Entrata in Perù / Uscita programmata / Destinazione finale / recapiti in Perú / Telefono di contatto / Mail / attuale domicilio in Perù / ulteriori osservazioni (eventuali patologie ecc.).

Ricordiamo i nostri numeri di emergenza attivi h24: +51 997-232-073; +51 967-102-036.

Si segnala che dalla mezzanotte del 17 marzo 2020 le frontiere aeree, terrestri e marittime del Peru’ sono state chiuse, salvo per il trasporto merci.

 

**** 

 

ULTIMO AGGIORNAMENTO (16 marzo 2020 ORE 17:00)

Si segnala che proseguono gli sforzi della Ambasciata d’Italia e delle Rappresentanze diplomatiche dei Paesi europei qui presenti al fine di organizzare, sulla base di intese con queste autorita’ e con le singole linee aeree, voli di rimpatrio per i turisti italiani ed europei rimasti in Peru. Se concretizzata, tale possibilità si applicherà solo a turisti in possesso di un biglietto aereo di ritorno per l’Europa nella finestra temporale 16 marzo - 16 aprile prossimo.

Si invitano pertanto tutti i turisti italiani che rientrano in tale categoria a segnalare quanto prima possibile i propri dati all'Ambasciata d'Italia alla mail ambasciata.lima@esteri.it . Tali dati devono consistere in:

nome / cognome(i) / Nº Passaporte / eventuali altre cittadinanze / data nascita / Línea aérea / Nº volo / Entrata in Perù / Uscita programmata / Destinazione finale / recapiti in Perú / Telefono di contatto / Mail / attuale domicilio in Perù / ulteriori osservazioni (eventuali patologie ecc.)

Ricordiamo i nostri numeri di emergenza attivi h24: +51 997-232-073; +51 967-102-036.

Si segnala che dalla mezzanotte del 17 marzo 2020 le frontiere aeree, terrestri e marittime del Peru’ saranno chiuse, salvo per il trasporto merci.

 

***

Il Presidente della Repubblica ha decretato la quarantena nazionale (vedi Decreto) per 15 giorni di calendario a partire da domani lunedì 16 marzo 2020. Le frontiere terrestri marittime e aeree del Paese sono chiuse. Sono vietati gli spostamenti pubblici salvo alcune eccezioni relative, ad esempio, alla salute e all'approvvigionamento. Invitiamo i connazionali a mantenere la calma, leggere attentamente il testo del decreto, restare in casa, e limitare al massimo gli spostamenti. Reiteriamo la disponibilitá dei nostri numeri di emergenza: +51 997-232-073; +51 967-102-036.

Non esistono voli diretti fra Perù e Italia. Si segnala che per il giorno 15 marzo 2020 risultano a questa Ambasciata i seguenti voli diretti verso l'Italia con decollo da Paesi limitrofi:

Da Città del Messico con Interjet il 15/3/20 alle 23.45.

 

***

 

COMUNICATO URGENTE PER I CONNAZIONALI

Si informano i connazionali che le autorità peruviane stanno rafforzando le misure per contrastare il rischio di contagio da Coronavirus. Si e’ in attesa della pubblicazione di un nuovo decreto con ulteriori restrizioni. Si ricorda la chiusura dei voli da e per l’Europa a partire da domani, lunedì 16 marzo 2020. Ciò premesso, si segnala che l’Ambasciata e’ in costante contatto con le Autorita’ peruviane per cercare ogni possibile soluzione per consentire il rientro dei turisti italiani presenti attualmente in Perù. Nell’invitare alla calma, pur comprendendo il disagio e la preoccupazione di tutti, si fa riserva di fornire attraverso questo mezzo maggiori elementi appena possibile. Parimenti, questa Ambasciata ha abilitato un secondo numero di emergenza attivo h 24. I numeri di emergenza pertanto sono: +51 997-232-073; +51 967-102-036.

 

***

 

Con il Decreto Supremo n. 008-2020-SA dell'11/3/2020 pubblicato in data 12/3/2020 il Presidente della Repubblica del Perù ha decretato per 90 giorni una Emergeza Sanitaria Nazionale. In applicazione di t    ale decisione, il Decerto Supremo n. 008-2020-MTC del 12/3/2020 pubblicato in data 13/3/2020 ha disposto la sospesione dei voli internazionali da e per l'Europa in Perù per un iniziale periodo di 30 giorni a partire da lunedì 16/3/2020.

Il numero di emergenza per i connazionali in difficoltà, +51997232073 è attivo 24 ore al giorno 7 giorni su 7 per tutta la durata della crisi.

Si consiglia ai turisti presenti nel territorio della Repubblica del Perù di lasciare quanto prima il Paese.

Si segnala che il servizio di emergenza è DEDICATO ESCLUSIVAMENTE A CITTADINI ITALIANI E SOLO PER SITUAZIONI DI COMPROVATA EMERGENZA, BLOCCO AEROPORTUALE, MINACCIA ALLA SICUREZZA E ALL’INCOLUMITA’ DEGLI STESSI: le chiamate per pratiche consolari ordinarie (passaporti, visti, etc.) NON potranno essere prese in considerazione.

IL FUNZIONARIO DI TURNO DEL MINISTERO DEGLI AFFARI ESTERI E DELLA COOPERAZIONE ALLO SVILUPPO, OPERATIVO PER TUTTE LE ALTRE FASCE ORARIE risponde al numero : 0039 06 3691 2666

In caso di effettiva necessità, il funzionario di turno del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione allo Sviluppo raggiungerà tempestivamente i funzionari dell’Ambasciata d’Italia a Lima.

 

***

Non esistono voli diretti fra Perù e Italia. Si segnala che alle ore 20:40 del giorno 13 marzo 2020 risultano a questa Ambasciata i seguenti voli diretti verso l'Italia con decollo da Paesi limitrofi:

- Da San Paolo Alitalia il 14/3/20 alle 16.05.

- Da Buenos Aires il 15/3/20 due voli Alitalia alle 14.05 e 22.45.

- Da Città del Messico con Interjet il 15/3/20 alle 23.45.

- Da Città del Messico con KLM il 16 marzo (via amsterdam) alle 21:55

- Da Toronto via AIRCANADA via Francoforte alle ore 17:55 del 15/03

- Da Toronto via Aircanada via Francoforte alle ore 20:50 via Monaco di Baviera del 16/03

 

***

ULTIMO AGGIORNAMENTO ORE 22,00 DEL 14 MARZO

La situazione é fluida e in continua evoluzione in tutto il Sud America. Alle 21:00 del 14 marzo i seguenti Paesi non hanno ancora adottato restrizioni e quindi è ancora possibile trovare voli che permettano di raggiungere l'Europa:

- Aruba: for a few more days flights to enable tourists to return to the Netherlands

- Brazil: still regular flight schedule, but new measures expected at the beginning of next week

- Canada

- Costa Rica

- Cuba

- Curaçao: for a few more days flights to enable tourists to return to the Netherlands

- Dominican Republic: still flights, but announcement of new measures next week

- Jamaica: No more flights to/from the United Kingdom, Germany, France. Still a direct flight to the Netherlands.

- Mexico: still daily flights to the Netherlands /Europe, but might change.

- United States: There are still flights to Europe, but anyone who stayed in the Schengen area at some point during the last 14 days, is not allowed to enter (also not for transit).

I seguenti paesi a partire da lunedì 16 marzo compreso hanno bloccato i voli da e per l'Europa:

- Argentina

- Bolivia (dal 14/3)

- Colombia

- Ecuador

- Panama (dal 14/3)

- Perú

- Venezuela

 


471