Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

AGGIORNAMENTO: STATO DI EMERGENZA PER PROTESTE

Con Decreto Supremo n.º 018-2023-PCM, pubblicato domenica 5 febbraio, il Governo ha dichiarato lo stato di emergenza per 60 giorni in 7 Regioni (Madre de Dios, Cusco, Puno, Apurímac, Arequipa, Moquegua e Tacna). Inoltre, si è promulgato il coprifuoco nella regione di Puno per 10 giorni con il divieto di circolare dalle 8 di sera alle 4 del mattino.

Alla luce di quanto precede si raccomanda, pertanto, di adottare la massima prudenza, di attenersi scrupolosamente alle indicazioni delle Autorità locali, limitare al massimo gli spostamenti, mantenere atteggiamento sobrio e riservato, evitare ogni forma di assembramento, evitare in ogni caso spostamenti nell’interno del Paese o in luoghi affollati, se non per improcrastinabili ragioni di necessità e di urgenza e di mantenersi informati sui media locali e in contatto con le Forze dell’Ordine del luogo in cui ci si trova.

Data la situazione, si invitano i connazionali temporaneamente presenti nel Paese a valutare l’opportunità di anticipare la partenza.

A coloro che stiano pianificando di recarsi in Perù, si consiglia di posticipare o di annullare il viaggio.

Si raccomanda, in ogni caso, di non recarsi in zone periferiche delle principali città del Perù, così come in zone interne e/o di difficile accesso ed in particolare quelle interessate dallo stato di emergenza salvo per motivati casi di necessità e/o urgenza.

Si consiglia, inoltre, di scaricare la APP gratuita “Unità di Crisi“, attivando la modalità di geo-localizzazione ed inserendo i dettagli del proprio viaggio/domicilio.

Per comprovate emergenze, l’Ambasciata a Lima è reperibile 24/7 al numero +51 997232073.

Ai turisti che dovessero ancora trovarsi nel Paese si consiglia altresì di registrarsi presso le locali Autorità peruviane compilando il modulo di identificazione e localizzazione disponibile al link: https://forms.office.com/r/RYXYgzJU3G in modo da poter essere più facilmente raggiunti dalle forze dell’ordine locali ove necessario a causa delle forti proteste in corso. I viaggiatori possono, inoltre, scaricare l’applicazione della Polizia Turistica del Perù sul proprio telefono o laptop. Seguono, a ogni buon fine, anche i seguenti contatti della Polizia Turistica del Perù: POLTUR Central Lima 01 4601060; IPERÚ WhatsApp +51 944492314; così come le mail proteccionalturista@mincetur.gob.pe e iperu@promperu.gob.pe.

Si invitano parimenti tutti i connazionali temporaneamente presenti in Perù a qualsiasi titolo a registrare la loro presenza sul portale “Dove Siamo nel Mondo” (https://www.dovesiamonelmondo.it/home.html) e a consultare regolarmente la pagina di Viaggiare Sicuri (http://www.viaggiaresicuri.it/country/PER).

Per seguire gli ultimi aggiornamenti, si raccomanda visitare l’apposita a sezione “AGGIORNAMENTI PROTESTE E SITUAZIONE COVID“.